Access-Control-Allow-Origin: https://www.razzanellihydratite.it

 La calce nell’edilizia: ecco perché sceglierla

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=” ” section_width=”%” responsive_background=”” row_separator_top=”0″ row_separator_right=”0″ row_separator_bottom=”0″ row_separator_left=”0″ ][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”5″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” video_bg_id=”” video_bg_url=”” video_bg_url_vimeo=”” photoswipe=”” linkurl=”” image_size=”full” overlay_block_color=”” block_custom_class=”rex-flex-middle rex-flex-left” block_padding=”5%;5%;5%;5%;” ]

Il futuro è, senza alcun dubbio, sostenibile. In questo lento ma sempre più intenso processo di rinnovamento la calce gioca un ruolo essenziale, trasformandosi in uno dei materiali più importanti a livello industriale e, in particolar modo, per il settore dell’edilizia.

La calce: un po’ di storia

La calce, dopotutto, non è così innovativa. È stato uno dei primi prodotti a essere utilizzati per la costruzione degli edifici, tanto che già i Romani ne facevano ampio uso, mescolandola con la sabbia e dando vita a una malta naturale e molto resistente. La stessa malta che all’epoca venne utilizzata per edificare le straordinarie opere architettoniche di cui Vitruvio descrive i processi di produzione nella sua De Architectura.

Inizialmente, questo antico legante veniva utilizzato nella sua forma aerea e come tale riusciva a solidificarsi e a trasformarsi in pietra soltanto entrando a contatto con l’aria. Ma nel tempo venne resa ancora più resistente, grazie all’aggiunta di argilla e di particolari sabbie che le conferivano poteri impermeabilizzanti. Nacque così la malta idraulica, la stessa che alla fine del ‘700, mescolata all’argilla, venne impiegata dai francesi per la costruzione delle fondamenta dei ponti.

Ed è proprio la longevità delle antiche costruzioni nelle varie epoche che ne attesta la durabilità e la resistenza. Ma allora perché a partire dal ‘900 la calce è stata sostituita dal cemento?

 

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection][RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=” ” section_width=”%” responsive_background=”” row_separator_top=”0″ row_separator_right=”0″ row_separator_bottom=”0″ row_separator_left=”0″ ][RexpansiveBlock id=”block_1_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”24″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” video_bg_id=”” video_bg_url=”” video_bg_url_vimeo=”” photoswipe=”” linkurl=”” image_size=”full” overlay_block_color=”” block_custom_class=”rex-flex-middle rex-flex-left” block_padding=”5%;5%;5%;5%;” ]

Dalla calce al cemento

Unita ai pigmenti minerali e dispersa in acqua, la calce è sempre stata anche un eccellente prodotto per la decorazione murale, per la realizzazione di affreschi e per la tinteggiatura di diverse tipologie di superficie.

Così, nelle diverse epoche, ha rappresentato un prodotto naturale e dalle straordinarie performance. Ancora oggi, ad esempio, viene impiegata per il restauro degli edifici storici, grazie alla compatibilità dei materiali utilizzati all’epoca. Inoltre, dona effetti di finitura straordinari di lucentezza e vivacità del colore, grazie alla doppia rifrazione dei cristalli di calcite.

In epoca moderna, però, è stato sostituito da leganti di tipo cementizio: più versatili relativamente all’utilizzo, di presa più rapida e con resistenza meccanica alla compressione maggiore.

Nonostante questo, la calce offre molti più vantaggi rispetto al cemento e garantisce inoltre prestazioni più elevate.

Exif_JPEG_PICTURE

Perché la calce è migliore rispetto al cemento

La calce possiede innumerevoli qualità rispetto ai leganti di tipo cementizio. Innanzitutto, consente alti livelli di traspirabilità, porosità e permeabilità alle malte: tutte caratteristiche che conferiscono ai supporti una grande resistenza al tempo e ai danni provocati dagli agenti esterni. È un prodotto salubre, che rende gli ambienti interni, soprattutto delle case e dei luoghi di lavoro, più vivibili. Riduce e contrasta la formazione di condense e muffe e possiede alte qualità antisettiche, che la rendono perfetta per l’igienizzazione degli ambienti e godere di un’eccellente qualità dell’aria.

La calce, poi, aderisce perfettamente alle pareti e favorisce la ricostruzione autogena delle fessure che, al contrario dei prodotti di natura cementizia, limita enormemente la formazione di cavillature in caso di vibrazioni e piccoli spostamenti del supporto.

Ma non è tutto. La calce oltre a essere ecologica e pro ambiente, è anche economica. La calce aerea richiede, infatti, un consumo minore di combustibile e, di conseguenza, riduce le emissioni di anidride carbonica. Può essere prodotta in loco, eliminando così tutti i costi relativi al trasporto e apportando, in tal modo, enormi benefici all’ambiente circostante. Inoltre, consente un’ottima lavorabilità e un’alta facilità di impiego.

In fondo, i materiali che si utilizzano oggi non sono come quelli di una volta. In un settore inarrestabile come quello dell’edilizia, in cui l’esigenza di un cambio di rotta diventa quasi essenziale, sempre più aziende decidono di convertire la propria produzione scegliendo materiali ecologici come la calce, più resistenti e duraturi.

Un giorno gli edifici e le strade avranno un aspetto diverso: quello che avremmo già voluto vedere da un secolo a questa parte. Fra qualche decennio il mondo dell’edilizia tradizionale verrà nuovamente stravolto: le case verranno nuovamente costruite con materiali naturali, a impatto ambientale zero. Avremo maggiore consapevolezza dell’importanza di questa scelta. In fondo, l’obiettivo è quello di vivere in un mondo migliore.

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]

Lascia un commento!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.