Tutte le informazioni sui nostri prodotti

domande
frequenti

Rispondiamo alle tue domande

Abbiamo pensato di raccogliere qui le domande più frequenti dei nostri utenti per darti una mano a realizzare i tuoi progetti, grandi o piccoli che siano.

Speriamo ti siano utili.

Se dovessi avere altri dubbi sull’utilizzo dei nostri prodotti,  contattaci attraverso il modulo di contatto che trovi in fondo alla pagina. Buona lettura e buon lavoro!

Come si prepara l'intonaco?

Per preparare uno dei nostri intonaci premiscelati bisogna semplicemente aggiungere una percentuale d’acqua pari a quella specificata nelle relative schede tecniche, ed impastare con trapano a frusta, a mano o con betoniera fino al raggiungimento di una consistenza pastosa, esente da grumi e omogenea.

Come si applica l’intonaco?

L’intonaco può essere applicato direttamente su sottofondi in intonaci tradizionali o premiscelati a base cemento-calce, latero-cemento e su sottofondi in calcestruzzo tradizionale; in quest’ultimo caso, si consiglia di applicare una rinzaffatura con lo stesso prodotto aggiungendo del lattice. Una volta ripulita la superficie (da polvere, grassi, olii, ruggine, strati plastici pellicolari, etc.) e dopo averla adeguatamente bagnata, si applica dando due mani di adeguato spessore in base alla tipologia. Infine, si rifinisce con frattazzo di metallo o di spugna.

Come si può pitturare una stanza? Da dove comincio?

I nuovi tramezzi sono rifiniti con intonaco civile (o tonachina), pertanto, la superficie dovrebbe essere già liscia, in piano ed omogenea. Comincia con una carteggiatura per eliminare possibili incoerenze, a seguire una spazzolatura e infine procedi con la tinteggiatura usando una delle nostre pitture.

Meglio usare il rullo o il pennello?

 Si preferisce il rullo, per una questione di omogeneità e praticità. Il pennello è più indicato le sezione più piccole o difficili da raggiungere, o per un ritocco.

Come posso ripristinare un muro lesionato?

In base alle condizioni del muro in questione, è sempre saggio rivolgersi a un professionista, perché una risposta univoca è impossibile. Di seguito, i passaggi necessari per i casi più comuni:

1. Procedi con la raschiatura delle vecchie pitture rovinate;
2. Riempi le varie fenditure (prevedendo, ove necessario, l’inserimento di una rete in fibra di vetro e/o un paraspigoli);
3. Rimuovi lo spolvero residuo attraverso un’attenta pulitura;
4. Elimina eventuali dislivelli (fino a 3mm), uniformando il tutto con la rasatura;

Ricorda: se i dislivelli dovessero superare i 3mm, bisogna necessariamente passare un traversato con un apposito intonaco di fondo.

Se avessi ancora dei dubbi, chiedici maggiori informazioni su info@hydratite.it.

Come posso eliminare l’umidità di risalita dai muri?

Il Deumicos è un intonaco traspirante e pronto all’uso, perfetto per contrastare l’umidità sia sulle pareti di casa che negli ambienti esterni, anche i più esposti: terrazze, piscine, balconi, se è esposto all’acqua, il nostro trattamento deumidificante risolverà il problema. Scopri come.

Quali tipi di intonaco esterno è meglio usare?

Se la superficie da trattare è fortemente esposta agli agenti atmosferici, un rivestimento protettivo è indispensabile per evitare danni estetici e/o strutturali alle pareti. La linea Silodec, a base di resine silossaniche, si presta bene a questo tipo di situazioni, così come il Sosiva Flex Acquabloc.

Quale intonaco scegliere per gli interni?

Per rispondere a questa domanda, bisogna sapere prima che cosa si intende intonacare.
Il Sosiva N si presta benissimo come intonaco di fondo per la maggior parte delle situazioni, a meno che non si preferisca usare un prodotto eco-compatibile, come il nostro Bioedil Naturalmix, a base di calce idraulica e particolarmente indicato per gli edifici storici, o comunque antichi;
Il Sosiva K (per una resa ruvida, rustica) e il Sosiva FL6015 (specifico per interni, al posto del gesso, viene liscio) sono intonaci decorativi, invece, che consentono di ottenere delle finiture lisce e omogenee, grazie alla facilità di applicazione.
Per saperne di più sui prodotti della linea Sosiva, clicca qui.

Quando dovrei usare applicare un rasante?

Il Sosiva R Gold è adatto sia per interni che per esterni e consente di livellare irregolarità dai 2 ai 3mm. Permette di ottenere una resa uniforme, esteticamente gradevole e resistente nel tempo. Tuttavia, la rasatura è un processo di rifinitura delle superfici molto delicato, per cui bisogna essere molto precisi, specialmente nella stesura degli strati necessari. In base alle irregolarità della parete da trattare va applicata una serie di strati, il cui spessore non dev’essere superiore ai 3mm per ottenere un risultato ottimale. Inoltre non va assolutamente applicato su:
⁃ supporti in gesso (perché gonfia assorbendo l’acqua, succede anche col fissativo);
⁃ supporti non perfettamente puliti;
⁃ supporti friabili o poco compatti.
Leggi la scheda tecnica per ulteriori dettagli sull’impiego del nostro rasante per interni ed esterni.

Quando realizzare un cappotto termico? Quali sono i vantaggi?

Grazie al cappotto è possibile creare un sistema di isolamento per proteggere le pareti dagli agenti esterni, trattenere il calore o il fresco all’interno dell’abitazione ed evitare ponti termici e condense che causano muffa e umidità all’interno della propria casa. 

Il sistema a cappotto può essere realizzato su pareti di edifici di nuova costruzione o preesistenti, di ville di montagna o vicine al mare. Per saperne di più sul cappotto, vai alla soluzione

Come si impermeabilizza una superficie esposta all’umidità o alla pioggia?

Il Sosiva Flex Acquabloc è studiato per proteggere proprio le strutture esterne più esposte agli agenti climatici. È composto da due componenti che, una volta miscelati seguendo i dosaggi della relativa scheda tecnica, consente di ottenere un rivestimento particolarmente duraturo, tant’è che è utilizzabile anche per piscine, bagni e balconi. Abbiamo creato una guida passo-passo per aiutarti, che puoi trovare qui.

Come posso risanare un balcone o un terrazzo lesionati?

Il Rocem OS3 è una malta premiscelata pensata proprio per riparare superficie fortemente danneggiate o esposte alle intemperie. È adatto sia ai balconi e ai terrazzi che alle pavimentazioni industriali e alle vasche in cemento armato, grazie alla formulazione dall’elevata resistenza meccanica, con un’elevato potere adesivo ed impermeabile. Abbiamo creato una guida passo-passo per aiutarti, che puoi trovare qui.